riguardo a
Informazioni su Minorca
esplorare
Cose da vedere e da fare
informazione
Dati d'interesse
Buscar
Italiano
 
Español Catalán Ingles Alemán Frances
  Menorca Talaiòtica - Candidata Patrimoni Mundial
Bienvenidos
Equilibrio naturale
Web ufficiale del Turismo di Minorca
 
Dividere:   Publicar en facebook  Publicar en twitter
 
Il Parco Naturale dell’Albufera (laguna salina) des Grau occupa circa 5.100 ettari della zona nordorientale di Minorca e costituisce attualmente il nucleo della Riserva della Biosfera. La dichiarazione dell’albufera des Grau, principale zona umida di Minorca, come parco naturale, nel 1995, fu l’apice di un processo di tutela che era riuscito ad impedire vari progetti urbanistici che minacciavano questa zona negli anni ’70. Successivamente, nel 2003, avvenne un processo di cambiamento di ordinamento, che ampliò i limiti del parco. In questo spazio sono rappresentati, in buono stato di conservazione, i vari habitat naturali dell’isola di Minorca: zone umide, boschi di olivastri, stagni temporanei, sistemi dunari, praterie di fanerogame marine ed isolotti costieri. Si tratta di habitat che ospitano una grande biodiversità, con numerose specie endemiche ed altre importantissime, come l’aquila pescatrice o la lucertola delle Baleari.Parco Naturale S'Albufera des Grau Il Parco Naturale dell’Albufera (laguna salina) des Grau occupa circa 5.100 ettari della zona nordorientale di Minorca e costituisce attualmente il nucleo della Riserva della Biosfera. La dichiarazione dell’albufera des Grau, principale zona umida di Minorca, come parco naturale, nel 1995, fu l’apice di un processo di tutela che era riuscito ad impedire vari progetti urbanistici che minacciavano questa zona negli anni ’70. Successivamente, nel 2003, avvenne un processo di cambiamento di ordinamento, che ampliò i limiti del parco. In questo spazio sono rappresentati, in buono stato di conservazione, i vari habitat naturali dell’isola di Minorca: zone umide, boschi di olivastri, stagni temporanei, sistemi dunari, praterie di fanerogame marine ed isolotti costieri. Si tratta di habitat che ospitano una grande biodiversità, con numerose specie endemiche ed altre importantissime, come l’aquila pescatrice o la lucertola delle Baleari. ver +
 

Parco Naturale S'Albufera des Grau

Il Parco Naturale dell’Albufera (laguna salina) des Grau occupa circa 5.100 ettari della zona nordorientale di Minorca e costituisce attualmente il nucleo della Riserva della Biosfera. La dichiarazione dell’albufera des Grau, principale zona umida di Minorca, come parco naturale, nel 1995, fu l’apice di un processo di tutela che era riuscito ad impedire vari progetti urbanistici che minacciavano questa zona negli anni ’70. Successivamente, nel 2003, avvenne un processo di cambiamento di ordinamento, che ampliò i limiti del parco. In questo spazio sono rappresentati, in buono stato di conservazione, i vari habitat naturali dell’isola di Minorca: zone umide, boschi di olivastri, stagni temporanei, sistemi dunari, praterie di fanerogame marine ed isolotti costieri. Si tratta di habitat che ospitano una grande biodiversità, con numerose specie endemiche ed altre importantissime, come l’aquila pescatrice o la lucertola delle Baleari.


L’albufera des Grau è una laguna con una superficie di 70 ettari ed uno degli ecosistemi più peculiari dell’isola. Ha una profondità che raggiunge i 3 metri ed ospita specie di piante acquatiche, come la Ruppia cirrhosa o il Potamogeton pectinatus, che, assieme ad alcune specie di pesci, rendono questa laguna un luogo di soggiorno e riposo per molti uccelli acquatici, come la folaga comune (Fulica atra) o l’aquila pescatrice (Pandion haliaetus).
Il prosciugamento di alcune fonti e, soprattutto, l’eccessivo sfruttamento delle falde acquifere hanno provocato cambiamenti nel regime idraulico. Ciò ha reso attualmente obbligatorio il controllo permanente del contatto dell’acqua dell’albufera con quella marina.
Il litorale, ed in particolare i suoi isolotti, rappresentano un paradiso per alcune specie endemiche, per le dure condizioni di vita (vento, siccità, salinità...). Piante come l’iperico delle Baleari ed animali come la lucertola delle Baleari abitano questi luoghi, gli unici al mondo in cui si possono trovare e dove sono inoltre libere da specie competitrici.
Nel mare e nelle cale con fondale tranquillo vi sono importanti praterie di Posidonia oceanica e Cymodocea, che fungono da rifugio ed alimento per numerose specie, oltre a costituire la “fabbrica” della sabbia che troviamo sulle spiagge. Il mosaico agroforestale esistente all’interno del parco si contraddistingue per l’alternanza di superficie adibite a pascolo e zone coltivate con superfici alberate e costituisce uno degli habitat dove troveremo una maggior varietà di flora. Per tutelare questo mosaico è imprescindibile continuare a svolgere l’attività rurale del parco e questo è diventato uno dei principali obiettivi della sua gestione. Si tratta di un’attività risalente all’antichità, come si può verificare ammirando il ricco retaggio etnologico (pozzi, baracche) e preistorico (talayots, tipo di monumento) che troviamo all’interno del parco.

 
fotofoto
 
 
IL METEO A MINORCA
VIDEO DI MINORCA
IL METEO A MINORCA
SEGUITECI IN